Interprete di realtà

PESCI: Tarocchi dell’anno 2021

PESCI: Tarocchi dell’anno 2021

PESCI Tarocchi 2021

La Luna (Arcano XVIII) 

“Qual è l’unico posto in cui non hai paura del buio?” è lo slogan di una recente campagna pubblicitaria a supporto dei cinema italiani. Ed è proprio il cinema la risposta a questa domanda. Quest’anno immagina di viverlo così, seduto nella poltrona più comoda della platea e lascia che vengano proiettate sul grande schermo immagini che possano provocarti tutte le emozioni che cerchi. Questo non vuol dire stare nel riposo assoluto, ma utilizzare un’energia differente per agire: lascia che la vita scorra, lascia fluire i pensieri, lascia andare ogni tipo di controllo e goditi lo spettacolo. Lascia che arrivino nuove idee sotto forma di visioni. L’unico tuo compito è prepararti all’inimmaginabile: non mettere limiti, può succedere di tutto. Perfino ricevere doni immeritati: sì, hai capito bene. Preparati a ricevere qualcosa anche se non hai fatto niente per meritarla.

Fidati delle tue intuizioni. Non temere che le tue scelte sembrano folli agli occhi dei collaboratori, colleghi o superiori che siano, ma ascolta ciò che senti e lascia che sia la tua visione a guidarti. L’intuizione arriva come un senso di conforto, una conferma di fronte alla tua perenne indecisione. Saprai riconoscerla. Per rendere migliore il tuo ambiente di lavoro, impara ad apprezzare il valore degli altri e non dimenticare di farlo sapere. Non riesci a soffermarti a lungo in un posto se non nutri la stima di chi ti circonda e di chi ti guida. Cerchi un posto dove lavorare? Piuttosto che inviare CV senza alcun criterio, usa l’immaginazione: qual è il tuo lavoro ideale? Aspira a ciò che credi inarrivabile e domandati: sono davvero disponibile a cambiare la mia vita per realizzare il mio sogno?

In amore ricorda che hai il potenziale per essere il partner ideale. A patto di non assumere il ruolo di madre o di padre, né di fratello o sorella, né di moglie o marito. Sei un essere immenso, non è possibile definirti con una semplice etichetta – e lo sai! Decidi chi vuoi essere e gioca interpretando tutti gli aspetti delle tue personalità. Non dovrai temere di sembrare instabile, anche perché chi ti è vicino si è innamorato proprio di questa tua costante mutevolezza. Se sei ancora alla ricerca di un partner può essere che temi che una relazione possa limitarti? Può aiutarti ricordare che l’amore non è per sempre, è scegliere ogni giorno di stare insieme.

Una domanda per ogni segno:

So ricevere?

La frase di un film che descrive il tuo 2021:

La cosa più grande che tu possa imparare è amare e lasciarti amare! L’amore è come l’ossigeno! L’amore è una cosa meravigliosa, ci innalza verso il cielo! Tutto quello che ci serve è amore! (Moulin Rouge)

Leggi anche i Tarocchi 2021 degli altri segni:

Fotografie di Alberto Manieri realizzate con i Tarocchi di Marsiglia © Jodo Comoin

Alberto

Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà. Leggi tutto...

2 commenti

Scrivi un commento
  1. Silvia

    29 Gennaio 2021 at 20:26

    Grazie Alberto, mi è piaciuto leggerti e scoprire come ti sei avvicinato a questo mondo misterioso degli Arcani. È un mondo che mi affascina da sempre ed in questo periodo della mia vita mi sto avvicinando anch’io allo studio ed alla lettura di essi. Ho un problema però, non riesco a lasciarmi andare nelle interpretazioni e sì che sono una pesci con luna e mercurio in pesci, quindi super sensibile, intuitiva e persino medianica (dice il tema natale). Ho spesso intuizioni forti che mi arrivano ella vita quotidiana, ma se mi devo mettere in contatto con questa parte di me ecco che subentrano la razionalità e la paura di sbagliare che mi bloccano. Spero di farcela a sbloccarmi ed a lasciarmi andare perché mi piacerebbe poter utilizzare questo mezzo (i tarocchi) per aiutare me stessa e gli altri.
    Sono contenta di averti conosciuto, grazie per condividere la tua esperienza con noi. 🙂
    Ciao, Silvia

    • Alberto Manieri

      30 Gennaio 2021 at 17:43

      Grazie Silvia per condividere qui la tua esperienza. Hai raccontato una sensazione comune a molte persone e hai centrato il punto: la parte difficile non è “sentire” ma fidarsi delle proprie intuizioni, seguirle e affidarsi a una parte irrazionale del proprio sé, una parte invisibile e intangibile che difficilmente si può spiegare.
      Sono contento di conoscerti, mi auguro di aprire un bel dialogo costruttivo su questo e altri temi affini! 🙂

Scrivi un Commento