Interprete di realtà

Un viaggio come un altro…?

Un viaggio come un altro…?

Un viaggio come un altro…? ✈️

Ti avviso, questa storia è lunghetta… se non hai voglia di passare qualche minuto a leggere, lo capisco, ma almeno apprezza l’immagine che ho fotografato… è pazzesca! 😍

Torno sulla storia. Sono anni che uso l’aereo per viaggiare e devo ammettere che la maggior parte delle volte non ascolto più le istruzioni comunicate dagli assistenti di volo all’inizio del viaggio. Credo di conoscerle bene, ormai le considero ben registrate nel cervello.

Sarà che questa mattina avevo dormito pochissimo ed ero elettrizzato dai molteplici caffè bevuti, sarà perché riflettevo proprio sul fatto che non ascolto mai il personale di volo, ma oggi ho deciso di prestare attenzione alle istruzioni.

Guardavo le hostess e gli steward, osservavo come anche loro fornissero le indicazioni con movimenti automatici e seguendo, neanche tanto in sincronia, la voce registrata che si sente negli altoparlanti della cabina.

Arrivati alla descrizione dell’uso delle maschere d’ossigeno mi risuona forte questa frase:

📣 «Gli adulti che viaggiano con bambini, sono pregati di usarla per prima.»

La prima volta che lo avevo sentito, pensai “Questi sono matti! Come dovrebbe riuscire un genitore a pensare prima a sé poi al proprio figlio?” – ma nel tempo ho riconosciuto una profonda verità dietro questa semplice istruzione, un promemoria per la vita di tutti i giorni.

Quante volte aiutiamo gli altri prima ancora di pensare a noi stessi?

Se prima non ci mettiamo in salvo, potremmo non essere abbastanza lucidi da aiutare il prossimo e, se vogliamo usare come metafora il rapporto genitore-figlio, soprattutto quando l’altro rappresenta qualcuno che ha bisogno di maggiori attenzioni da parte nostra.

I miei pensieri andavano come fiumi, se penso a quanto quest’informazione, ascoltata decine di volte in modo automatico, mi abbia dato un così grande messaggio, senza accorgermene!

📣 «Se il sacchetto non si gonfia, non preoccupatevi, l’ossigeno fuoriesce comunque» continua la voce, a proposito delle maschere di ossigeno. Questa proprio, credo mi fosse sempre sfuggita.

Quante volte siamo in grado di riconoscere gli aiuti che stiamo ricevendo?
Quanto spesso ci sembra di brancolare nel buio, ma non ci accorgiamo di avere una torcia in una mano e un fiammifero pronto ad accenderla nell’altra?

“Se non vedo, non credo”… suona familiare?

A volte, non abbiamo abbastanza fiducia nell’altro o nelle leggi che regolano l’universo e non riconosciamo chi o che cosa ci sta davvero nutrendo, chi o cosa ci sta tenendo in vita. Altre volte, invece, non crediamo che qualcosa stia accadendo solo perché non sta succedendo così come ce lo aspettavamo.

È stato il primo volo, da che ho memoria, in cui non ho dormito per tutto il tempo. Ho scritto subito queste due frasi e ho continuato a rifletterci per tutto il tempo. E mi porto a casa 3 grandi insegnamenti da un viaggio come un altro:

1. Pensare prima a se stessi non sempre è egoismo, può essere un atto d’amore per sé e gli altri.

2. Quando non vediamo quello che ci aspettiamo di vedere, bisogna solo avere fiducia.

3. Se prestiamo attenzione alla realtà intorno, ci accorgiamo che il mondo ci parla continuamente.

4. Sì, ho detto che erano tre, ma ne ho un altro  Non ti ho detto che fino a stamattina ero molto nervoso nei confronti di questa compagnia aerea, perché a causa di un errore di sistema ho dovuto pagare una penale pari al doppio della cifra dei biglietti, pur di non perdere il volo di oggi. Probabilmente verrò rimborsato, in più potrò passare comunque dei giorni con i miei cari, ma – oltre alle intuizioni avute in volo – ciò che ho imparato oggi è che quello che sembra un incidente di percorso, a volte, è una vera benedizione!

Buon viaggio!

Un abbraccio pieno di ossigeno 🌳

Alberto

 

Fotografia: © Alberto Manieri

Alberto

Attraverso la mia intuizione e la mia sensitività aiuto le persone a trovare soluzioni ai loro problemi e a liberarsi da blocchi energetici e schemi ripetitivi personali-famigliari. Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà.Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà.Leggi tutto...

Sii il primo a lasciare un pensiero qui, commenta!
Scrivi un commento

Scrivi un Commento