Interprete di realtà

Ritorno a scuola

Ritorno a scuola

Ritorno a scuola 🎒

 
Questa mattina ho vissuto un momento memorabile, uno di quelli che resteranno per sempre impressi nella mia memoria.
 
Sono stato al liceo in cui ho studiato per incontrare la mia ex professoressa di inglese. Mi ha contattato di recente perché incuriosita e attirata dal mio attuale e particolare mestiere. “Per caso” sarei venuto in Puglia proprio in questi giorni, così le ho proposto di incontrarci.
 
Abbiamo passato la sua ora libera a raccontarci gli ultimi otto anni. Per me, lei è stata un’insegnante di vita come pochi, non solo una professoressa. Una vera a propria guida, come dovrebbe essere un docente per ogni studente, secondo me.
 
Suona la campana della ricreazione e continuiamo i nostri viaggi parlando di poesie, archetipi, simboli, segni e sogni.
Fine della ricreazione: è tempo di salutarla, pensavo.
Mi ha chiesto di seguirla in classe invece e, a sorpresa, mi ha chiesto di presentarmi alla sua classe del quarto anno. Mi introduce come “interprete di realtà”.
 
Come mi racconto a un gruppo di diciassettenni?
 
Non sono passati molti anni da quando ero dalla parte opposta dell’aula, così ho semplicemente pensato che, a quel tempo, avrei voluto conoscere qualcuno come me! L’ho presa come un’opportunità per tornare indietro nel tempo e dare un messaggio al piccolo me del passato, come fossi stato inviato dal futuro per dirgli che andrà tutto bene.
 
Ho raccontato prima il mio excursus professionale, accademico e non, gli studi intrapresi e quelli abbandonati. Abbiamo anche giocato, riso e riflettuto per un’ora. Mai vista una classe così attenta, così matura durante una lezione non curriculare… Non dimenticherò più quegli occhi pieni di fiducia; alcuni sguardi, tra loro, avevano così tanto vissuto, in così poco tempo, che raccontavano chilometri di storie.
 
Cosa mi porto a casa?
 
Oltre a questa ricchezza, mi porto una nuova immagine di me, un eterno allievo con così tanta voglia di conoscere, imparare e crescere da non accorgersi che da quell’aula non è mai uscito. Sono cambiati i docenti, i compagni di banco, le mura dell’aula e tutto il contesto, ma la scuola continua per me, per tutti… continua a lavoro, nelle relazioni, ovunque… solo in una versione più grande!
 
Grazie Mirella, grazie ragazzi della IV AL del G. Comi! 🙏
 

Alberto

Attraverso la mia intuizione e la mia sensitività aiuto le persone a trovare soluzioni ai loro problemi e a liberarsi da blocchi energetici e schemi ripetitivi personali-famigliari. Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà.Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà.Leggi tutto...

Sii il primo a lasciare un pensiero qui, commenta!
Scrivi un commento

Scrivi un Commento