Interprete di realtà

Tarocchi dal 4 al 10 giugno 2018

Tarocchi dal 4 al 10 giugno 2018

Ciao, come state?

Se avete già letto i Tarocchi del mese di Giugno – con una carta per ogni segno – uscita pochi giorni fa, avrete già fatto il pieno di messaggi delle carte! Ma l’appuntamento settimanale continua, perché credo sia importante avere un costante stimolo per riflettere, porsi delle domande costruttive e attivare la propria intuizione.

Questa settimana, infatti, è proprio l’intuizione il tema centrale della lettura. I Tarocchi indicano di per sé il percorso che facciamo nella vita, ognuno a suo modo. Questo percorso non si dispiega soltanto attraverso quello che facciamo nella quotidianità, dal lavoro alle relazioni, ma si estende anche al nostro mondo interiore. Quel mondo fatto di pensieri, di viaggi, e soprattutto di conversazioni tra sé e sé. L’invito di questa settimana è quello di fermarsi a guardare questo mondo e, più che a guardarlo, ascoltarlo. Quante volte vi capita di sentirvi nel posto sbagliato o con le persone sbagliate? Quante volte vi capita di fare un normale gesto della quotidianità e chiedervi, perché lo sto facendo? Devo proprio farlo? A volte, questa voce parla con un tono più alto e questo accade quando non viene ascoltata. Può succedere di perdersi in questo dialogo interno e di cadere in uno stato di riflessione e introspezione profonda. La carta de Il Giudizio vi invita a non lasciarvi attirare dal basso, anzi a tirare su lo sguardo, dopo un’attenta interiorizzazione, e uscire allo scoperto e chiedersi: da dove viene questa voce? E soprattutto, che cosa mi sta dicendo? Può essere che questa voce rappresenti una chiamata, un desiderio o una vocazione. Sto rispondendo alla mia vocazione? Se non è così, può essere questo il motivo di difficoltà o ostacoli nella vita di tutti i giorni? Se vediamo tutto così difficile, a volte, è perché siamo davvero nel posto sbagliato o ci sentiamo inadeguati rispetto a un determinato contesto, che sia in una relazione, nella solitudine o sul lavoro.

Quante volte, invece, vi capita di sentirvi al posto giusto o con le persone giuste? Da dove viene questo sentire? La Luna ci parla dell’intuizione come via di realizzazione, perché è questa qualità propria dell’essere umano a darci risposte che nessuno al di fuori di noi può darci. Nel proprio caos mentale, solo chi vi risiede è in grado di fare ordine. Se qualcuno mettesse a posto la vostra cucina, la scrivania o il vostro armadio, come vi sentireste? Ecco, non lo dite a me! Il proprio mondo interiore è uno spazio sacro in cui bisogna imparare a vivere, perché ognuno è responsabile solo per se stesso. Non si può pretendere che un partner nella vita o nel lavoro risolvi i nostri dilemmi esistenziali. Tantomeno che li comprenda! È necessario fare pulizia e ordine in questo spazio, ascoltando i propri bisogni autentici e avendo il coraggio di esternarli. Credo che i miei ideali siano impossibili?  A parlare troppo con se stessi, a volte, si corre il rischio di perdere il contatto con la realtà. Per questo è bene ricordare che sì, bisogna seguire il proprio intuito, il proprio sentire e rispondere alla propria chiamata, ma è il confronto con l’altro, successivo alla fase di introspezione, che ci mostra i limiti delle nostre idee. E quando vi sembra di impazzire, di non essere sulla vostra strada, è proprio l’accettazione di questo caos che riporterà l’ordine. Ammettiamo di essere un po’ folli, permettiamoci di pensare in grande, di avere desideri che per gli altri sono irrealizzabili! Poi, con il tempo, mettiamo in ordine le idee e scopriamo quali sono realizzabili e quali no. Ma se c’è una chiamata interna, non fatela tacere! Continuate ad ascoltarla e a seguirla con le indicazioni che solo il vostro intuito può darvi.

Di cosa ho bisogno per realizzare me stesso? Sicuramente non basta dire “Sì” a questa chiamata, fra sé e sé. La Papessa ci ricorda che bisogna nutrire la propria anima con ciò che ci fa sentire in contatto con noi stessi. Le azioni devono essere coerenti con questa chiamata. Per banalizzare, se sento di voler fare il pescivendolo, non vado a cercare lavoro negli allevamenti di capre! Se sento di volere un compagno nella mia vita, non resto chiuso in casa tutte le sere! E quando continuo a sentirmi sbagliato perché il mio mondo interiore non si realizza all’esterno, ricordiamo quello che gli Archetipi femminili nella Luna e nella Papessa ci mostrano: ci vuole tempo! La pazienza è una dote fondamentale per attraversare tutte le fasi della gestazione di ogni progetto di vita, non solo della nostra nascita. Noi non siamo altro che l’esempio vivente! Pazienza non vuol dire starsene con le mani in mano, ma mettersi all’opera per creare il progetto che vogliamo vedere realizzato nella nostra vita: La Papessa ci invita allo studio, alla preparazione, ad accumulare conoscenze e informazioni utili. “Ma io non ho pazienza!” Quante volte l’ho sentito dire – e quante volte l’ho pensato! Non abbiatene mai abbastanza! La perseveranza è la chiave per ottenere la pazienza. Sì, che è un dono, ma che possiamo fare a noi stessi con la dedizione, il metodo e la devozione all’oggetto dei nostri desideri, al nostro sogno che vogliamo vedere realizzato.

Coltivate questo dono e lasciate emergere, con la vostra intuizione, tutti i vostri desideri irrefrenabili… dubitare di se stessi non è un male, “dubitare di se stesso è il primo segno dell’intelligenza” (cit. Ugo Ojetti)

Grazie di aver letto anche questa settimana i Tarocchi della realtà, vi aspetto lunedì prossimo con una nuova lettura di Tarocchi settimanali, alle 21 in diretta sulla pagina Facebook. Se non l’avete già fatto, vi invito a leggere i Tarocchi del mese di Giugno, con una carta dei Tarocchi per ogni segno zodiacale.

Per conoscere il mio approccio ai Tarocchi e prenotare consulti via skype o telefono oppure dal vivo a Milano, andate qui!

\Vi auguro una felice settimana,

Alberto

🌍 Se vi è piaciuto, condividete questo post a più non posso per aiutarmi a far crescere la comunità di Tarocchi della realtà!

Alberto

Attraverso la mia intuizione e la mia sensitività aiuto le persone a trovare soluzioni ai loro problemi e a liberarsi da blocchi energetici e schemi ripetitivi personali-famigliari. Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà.Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà.Leggi tutto...

Sii il primo a lasciare un pensiero qui, commenta!
Scrivi un commento

Scrivi un Commento