Interprete di realtà

Chi fa girare la giostra?

Chi fa girare la giostra?

Chi fa girare la giostra?

Quando le cose non vanno come vorresti… trovi sempre qualcuno con cui prendertela?
Fino a che punto è possibile?

Prendiamo ad esempio un sistema come può essere un’azienda, una famiglia o un Paese intero.

Mi capita spesso di sentire lamentele da dipendenti di aziende nei confronti dei loro capi, rispetto a ingiustizie o a trattamenti non desiderati ricevuti. In molti casi c’è la tendenza a non ribellarsi e a non denunciare l’ingiustizia… un po’ per paura di perdere il lavoro e un po’ perché “è così”.

“È così” vuol dire rispettare le regole del sistema o significa rassegnarsi?

Credo ci sia una linea, neanche tanto sottile, tra rassegnazione e accettazione. Accettare significa ammettere la conduzione di una determinata situazione, ma non vuol dire rinunciare a cambiarla.

È vero che il pesce puzza sempre dalla testa e che le regole sono stabilite da chi è a capo del sistema, ma finché tutti continuiamo a salire sulla giostra siamo contribuendo invisibilmente al suo funzionamento!

Se viviamo in un sistema di cui non apprezziamo le regole, lamentarsi non spezzerà la catena.

Più è grande il sistema è più sembra difficile cambiarlo. Ma quali sono le possibilità che sia proprio il tuo contributo a permettere il cambiamento?

Smettiamo di vedere vittime e carnefici dovunque, quindi. Ogni nostra azione può cambiare il sistema in cui siamo inseriti. Possiamo contribuire a mantenerne l’ordine o possiamo essere la scintilla del cambiamento.

Chi fa girare la infine la giostra? Se scegli di non comprare i biglietti per salici su, prima o poi, smetterà di girare.

Ogni tanto ci penso: possiamo fare di più per cambiare le cose. Altrimenti le cose cambiano e non sempre ci piacciono!

Un abbraccio

Alberto

Alberto

Incontro le persone che vogliono scoprire il perché di ciò che accade nella loro vita per poter essere liberi di creare la propria realtà. Leggi tutto...

Sii il primo a lasciare un pensiero qui, commenta!
Scrivi un commento

Scrivi un Commento