Interprete e traduttore della realtà

Tarocchi dal 6 al 12 novembre 2017

Tarocchi dal 6 al 12 novembre 2017

Buongiorno! Come state?

Questa mattina sono arrivato un po’ tardi, ma ci sono! Ho passato un weekend a dir poco magico, di cui vi racconterò più avanti perché c’è tanto tanto tanto da condividere. Oggi voglio andare dritto al punto di questa lettura, sono rimasto molto colpito dalla coppia Papa – Diavolo, mai uscita nelle letture settimanali finora.

Quando avete successo o, in generale, un vostro progetto cresce e funziona bene a chi date il merito?

La lettura di oggi parla della tendenza comune di dare il merito a un potere superiore quando accadono le cose belle e la tendenza a colpevolizzarsi, fin troppo, quando accadono cose meno piacevoli. Pensate al vostro ultimo successo – in ogni campo, dal lavoro alle relazioni – chi avete ringraziato per la buona riuscita di quest’evento?
Avere fiducia in un potere superiore sicuramente ha un valore importante nella vita di molti, ma a volte, si rischia di non vedere il proprio contributo personale.

È necessario imparare a conoscere i propri limiti, che si tratti di porseli o di espandersi fino a sentirsi illimitati, ma il modo migliore per riconoscere se stessi e sapere fin dove possiamo– e vogliamo – arrivare. In realtà non è sempre facile risalire alla vera causa dei nostri successi, perché persone ed eventi sono così connessi tra di loro che spesso non si riesce a fare un discernimento. Quello che conta oggi è scoprire se c’è almeno il nostro contributo! Non solo per darci una pacca sulla spalla, ma per iniziare a prenderci il merito che siamo stati abituati a riconoscere fuori di noi. Un esempio molto banale: se ho ricevuto una promozione sul lavoro, è grazie al mio capo, grazie a qualcuno che  dall’alto me l’ha mandata buona o grazie a me e alle mie qualità? Non c’è una risposta giusta da dare adesso, è solo una riflessione.

Al tempo stesso, quando accade qualcosa di meno bello, come un fallimento o comunque qualcosa di non desiderato, come mi comporto? Da chi dipendono questi eventi?
Può essere che la risposta cambi in base a quello che vi conviene? L’invito è quello a riconoscere e a riprendere le proprie responsabilità. Sempre, in ogni caso. E poi e non lasciarvi condizionare dall’esito e dai risultati di ciò che fate, ma realizzatevi a prescindere da questi. Gioite dei vostri successi come degli insuccessi, perché i primi sono segnali che siete in un percorso costruttivo e di crescita e i secondi… anche!

Se riusciamo ad ammettere la nostra responsabilità dei fallimenti, spesso vivendola erroneamente come una colpa, allora possiamo accettare la responsabilità dei nostri successi! Se possiamo realizzare ogni cosa, quali sono i limiti che imponiamo a nostri desideri? Cosa mi sto impedendo di fare oggi? E cosa mi impedisce di volerlo fare?


Ora che finalmente l’autunno è arrivato davvero, manteniamo il sole dentro di noi e in ogni nostra giornata. Oggi lo faccio con questo bellissimo mazzo di margherite gialle, un ricordo della bellissima giornata di ieri.
Questo weekend invece torno in Luguria, sarà a Savona, il 10 e 11 novembre, con una nuova serata esperienziale e due giornate di consulti individuali.
Clicca qui per avere informazioni e partecipare!

Buon lunedì e felice inizio settimana!

Alberto

 

🌍  Condividete questo post e portate ricchezza nella vostra realtà!

Alberto

Interprete e traduttore della realtà: così mi definisco oggi. Uso i Tarocchi come strumento per esprimere e conoscere meglio se stessi. Leggi tutto...

Sii il primo a lasciare un pensiero qui, commenta!
Scrivi un commento

Scrivi un Commento