Interprete e traduttore della realtà

Tarocchi dal 4 al 10 dicembre 2017

Tarocchi dal 4 al 10 dicembre 2017

Ciao, come state?

Per me è stata una settimana impegnativa, da tutti i punti di vista. Questo mese di dicembre appena iniziato mi sta chiedendo di prendere decisioni importanti. Non è sempre semplice fare una scelta, soprattutto quando si parla del proprio futuro. Siamo abituati a sentirci al centro del mondo e sebbene a noi umani piace pensare che ciò che facciamo sia di massima importanza, a volte è sano ricordare che “stiamo salvando il mondo, ma non stiamo salvando il mondo!”.
Sembra un paradosso e forse lo è! Ripeterlo come un mantra, mi aiuta a rilasciare lo stress accumulato – e non necessario – a causa dell’eccessivo senso di responsabilità percepito verso il mondo.

Com’è stata, invece, la vostra settimana?

Con la Super Luna di oggi, ritrovarla anche nella lettura della settimana non mi sorprende! La Luna e La Stella, una dopo l’altra, mi suggeriscono, in questo giro di carte, che qualcosa nei vostri progetti inizia finalmente ad “andare” nel verso giusto. Ma lo sguardo di quel mago, Il Bagatto, alla fine invita a riflettere. Dove sono? Sono dove volevo essere? Sono nel punto della mia vita in cui dovrei essere?
Sarà che siamo alla fine dell’anno e a dicembre si arriva spesso stanchi, in attesa della pausa natalizia. Sarà che per qualcuno non ci saranno vacanze a fine anno, oppure non ci sono da un po’. Sarà che è normale sentirsi scarichi in un periodo di letargo per noi animali sociali. Ma qualcuno inizia a sentire una stanchezza che va oltre quella fisica, oltre le ore di lavoro o gli impegni casalinghi. Semplicemente, è arrivato il tempo di fare un bilancio. Quando faccio delle scelte, come agisco? Seguo l’istinto o la razionalità? Quante volte è stato bene agire d’impulso e quante volte è stato meglio riflettere e rimuginare prima di fare un passo?

A volte, la stanchezza è dovuta alla resistenza che opponete nell’andare in direzione opposta rispetto a ciò che vi comunica la bussola interiore. Quando avete questa sensazione e avete voglia di mollare tutto, chiedetevi prima di ogni altra cosa: Perché ho fatto questa scelta? Perché ho iniziato questo progetto o questa relazione?  Se la risposta arriva forte e chiara, potrebbe essere sufficiente per andare avanti e recuperare la carica. Ma spesso questo non basta, perché noi cambiamo ogni giorno e potremmo ritrovarci in una posizione diversa rispetto a una decisione presa in passato.

Ritrovare la propria motivazione profonda richiede tempo e concentrazione. Soprattutto richiede di essere molto onesti con se stessi, di essere capaci di interrogare la propria volontà e di essere disposti ad ascoltare le risposte che arrivano da dentro. Per riacquisire la carica, bisogna allineare diverse parti di sé e c’è una dimensione che riesce a farlo con più semplicità rispetto ad altri metodi. La dimensione del sogno. Il sogno ad occhi aperti, parlo del desiderio e della volontà di esprimere se stessi. Il Mago di questa lettura suggerisce ancora: Dove sono? Sono dove vorrei essere? 

C’è sempre tempo per cambiare le carte in tavola. Se le cose non vanno come vorreste, forse è il segnale che qualcosa non funziona. Ma non chiedetevi come fare per risolvere un problema, chiedetevi perché questo problema è arrivato. Vedere la realtà da questa prospettiva permette di allenarsi a leggere i segnali della vita. Se state cercando un cambiamento fuori di voi, può essere che il cambiamento sia necessario attuarlo prima di tutto dentro di voi?  Iniziate da piccoli passi, nel vostro approccio, nei vostri comportamenti.
Cambiare rotta non è sempre necessario durante una tempesta, a volte quello che serve è uscire allo scoperto e danzare sotto la pioggia!

Buona settimana a tutti voi! Vi ricordo che tra pochi giorni torno a Savona per due giornate di consulti il 15 e il 16 dicembre. A questi appuntamenti si aggiunge Milano, in cui sarò disponibile per consulti nei giorni 13 e 19 dicembre. Cliccate qui per info.

Alberto

🌍 Condividete questo post e portate ricchezza nella vostra realtà!

Alberto

Interprete e traduttore della realtà: così mi definisco oggi. Il mondo intorno è fatto di codici da tradurre che possono essere interpretati come una vera e propria segnaletica stradale sul percorso che chiamiamo vita. Leggi tutto...

Sii il primo a lasciare un pensiero qui, commenta!
Scrivi un commento

Scrivi un Commento