Interprete e traduttore della realtà

Tarocchi dal 18 al 24 dicembre 2017

Tarocchi dal 18 al 24 dicembre 2017

Ciao a tutti, come state?

Se nella lettura della settimana scorsa abbiamo avuto a che fare con la capacità di porre fine alle situazioni di troppo, questa settimana ci troviamo davanti a tre carte che ci parlano di nuovi inizi. Sarà l’avvicinarsi del nuovo anno che vi sta facendo pensare a nuovi progetti? O è l’influsso della luna nuova di oggi che vi invita al rinnovamento e ai nuovi inizi? 🌚

Per quanto riguarda il lavoro, vi sono arrivate prospettive per una nuova posizione nel nuovo anno? O state pensando a un progetto tutto nuovo? In entrambi i casi, fate molta attenzione all’energia che vi spinge ad andare verso questa nuova strada. Se accettate di muovervi per motivi economici, perché vi è stato promesso un aumento di stipendio o perché voi stessi vedete questo cambiamento come un aumento di prestigio, chiedetevi anche se vi state muovendo in accordo con i vostri ideali. Il lavoro non è solo un modo di guadagnare per vivere, è anche – e soprattutto – il vostro modo di esprimere la scintilla che avete dentro!

Questo particolare, non è proprio un dettaglio. Quali sono i miei talenti? Li sto usando nel mio lavoro? Per vivere il proprio lavoro in modo soddisfacente e con senso di pienezza, è importante fare ciò che si ama. È fondamentale ricordare cosa ci ha spinto a fare la nostra scelta professionale in passato.
Sto lavorando per prendermi cura degli altri? Ho iniziato con l’idea di cambiare il mondo?
A volte, un proposito così elevato può farvi sentire inadatti o, comunque, non abbastanza in grado di realizzare questo compito. Abbiate fiducia nelle vostre risorse, nella vita non vi arrivano problemi che non siate in grado di risolvere. Avete già tutti gli strumenti necessari, non dubitate di voi. E se lo credete difficile, non pensate a quello che state facendo, ma a come lo fate.

Può capitare che alcuni dubbi di questo tipo nascano perché avete un modello di riferimento che ritenete insuperabile. Provate a pensare: mi sento mai all’ombra di un mio superiore o di un mentore avuto in passato? Se, invece, fate un lavoro autonomo o state lavorando per realizzare il vostro piccolo grande impero, chiedetevi: chi è il mio modello? 
Assicuratevi che state lavorando per realizzare voi stessi e non per realizzare il desiderio di superare un idolo.

Il suggerimento dei Tarocchi per andare oltre questo bisogno, è quello di ricordare che tutto quello che fate, create o manifestate con il vostro lavoro è qualcosa di unico e insostituibile. Perché se siete disposti a mettere il vostro amore in quello che fate, avrete modo e possibilità di esprimere ciò vi contraddistingue. I vostri sentimenti ed emozioni sono qualcosa che solo voi potete provare. Questo tipo di ingrediente, può essere il segreto di ogni vostra ricetta. Anche se non fate i cuochi o i pasticceri!

Se, invece, è proprio il vostro superiore – o qualcuno che voi ritenete tale – a mettere in dubbio le vostre capacità, evitate di essere collerici. È la voce dell’altro che mi ferisce quando mi viene detto che “non sono abbastanza bravo/a” oppure è la voce di un genitore che sento in sottofondo? Se vi capitano situazioni del genere, ricordate che ci sono mille modi per rispondere in modo costruttivo. Finché non trovate il vostro modo, semplicemente evitate di “mangiarvi” gli altri a parole! Controllate il vostro tono di voce, senza dimenticare di far uscire le vostre emozioni. Dite come vi sentite, esternate i sentimenti e siate più estroversi possibili. Non serve alzare la voce per farlo! Gli altri non sono nella nostra testa, ognuno vive nella sua realtà – bisogna ricordarlo. Fate sapere agli altri quando quello che vi dicono non vi fa sentire a vostro agio. E se desiderate che gli altri si rivolgano a voi usando il cuore, dovrete essere i primi a farlo.

Questa regola vale anche nelle relazioni, soprattutto in quelle sentimentali. Si dice che spesso le parole più acide provengano dai cuori più solitari. Può essere che, invece, più che del cuore, si tratti della parte animale dentro di noi? Se vi capita di reagire in maniera aggressiva, fate caso al motivo della vostra reazione. Le parole riferite a me mi hanno davvero ferito o hanno solo toccato un nervo scoperto?
Provate ad ascoltare di più quello che accade dentro e imparate a comunicarlo agli altri. I vostri istinti, gli impulsi fisici, richiedono la vostra attenzione! Fare finta di non ascoltarli perché siete troppo impegnati con questioni “più importanti” sembra non funzionare. Se la vostra parte animale è affamata, datele da mangiare. Siate estroversi e manifestate i vostri bisogni! Per alcuni sembra degradante o sminuente, ma dobbiamo ricordare che viviamo in un corpo fisico, che ha dei tratti molto simili a quello animale. Non occupatevi solo dei vostri pensieri e di sfamare le vostre bocche, non siete solo teste: il corpo umano ha bisogno di nutrimento anche dall’ombelico in giù!

Grazie di aver letto anche questa settimana i Tarocchi della realtà, vi aspetto lunedì prossimo con una lettura di Tarocchi per la settimana di Natale, occasione per farci gli auguri prima della fine dell’anno.

Questa settimana è l’ultima di lavoro, anche per me. Per conoscere il mio approccio ai Tarocchi e prenotare consulti via skype o telefono, andate qui!

Alberto

🌍 Condividete questo post e portate ricchezza nella vostra realtà!

Alberto

Interprete e traduttore della realtà: così mi definisco oggi. Il mondo intorno è fatto di codici da tradurre che possono essere interpretati come una vera e propria segnaletica stradale sul percorso che chiamiamo vita. Leggi tutto...

Sii il primo a lasciare un pensiero qui, commenta!
Scrivi un commento

Scrivi un Commento